Tag Archives: more

PIE DI PERE E MORE per RECAKE 2.0

Nuovo appuntamento con Recake 2.0. Da qualche mese latitavo ma quando ho visto questa ricetta non ho resistito! E’ una ricetta che sa di autunno, di colori caldi e sapori di bosco. Non credevo che l’abbinamento delle pere con le more fosse fosse così gustoso! E poi come resistere a decorare questa pie con tante foglioline di pasta briseè.

Con queste giornate fredde una fetta golosa di questa pie appena tiepidina con un po’ di panna montata, può far la differenza e far affezionare all’autunno anche i più scettici.

Una stagione triste per alcuni ma io la trovo splendida, i colori che ci regala non hanno nulla di triste ma sembrano una tavolozza di un pittore. Non trovate? Intanto vi lascio alla vostra pausa golosa e vado a godermi la magia di queste giornate con la mia fetta di pie….e se ancora non conoscete RECAKE 2.0 qui potete saperne di più…  A presto!

L’autunno è una seconda primavera, quando ogni foglia è un fiore.
(Albert Camus)

 

crostata di more blackberry pie

 

crostata di more

 

Per la pasta brisèe
  • 300 g farina
  • 1/2 cucchiaino sale
  • 225 g burro a pezzi molto freddo
  • Fino a 10 cucchiai acqua (io ne ho usati 5-6)
Per il ripieno:
  • 340 g frutti di more, 
  • 125 g zucchero semolato
  • 1 kg pere mature a cubetti (sbucciate e senza torsolo)
  • 50 g maizena
  • 1 cucchiaino cannella
  • 1 cucchiaino scorza di limone grattugiata
  • 1/4 cucchiaino sale
  • 1 tuorlo grande
  • 2 cucchiai panna o latte
  • qb zucchero semolato o di canna
ISTRUZIONI
  1. Mettete la farina e il sale nel bicchiere del frullatore e azionatelo brevemente per mescolarli. Aggiungete il burro e azionate di nuovo finché non avrete ottenuto delle briciole. Aggiungete 6 cucchiai di acqua, 2 alla volta, frullando tra un’aggiunta e l’altra. Se necessario, aggiungete qualche altra cucchiaiata di acqua finché l’impasto non resterà insieme, se premuto tra due dita. Trasferite il tutto sul piano di lavoro. Riunite insieme l’impasto fino a formare una palla. Dividetela quindi a metà, formate due dischi e appiattiteli leggermente. Avvolgete i due pezzi di impasto con la pellicola e metteteli a riposare in frigo per almeno 30 minuti e fino a un massimo di due giorni.
Preparate il ripieno.
  1. Mettete in una ciotola le more con lo zucchero semolato e schiacciateli fino a formare una purea. Unite anche le pere, la maizena, la cannella, la scorza di limone, il sale e mescolate.
Assemblare la pie.
  1. Preriscaldate il forno a 220 gradi. Riprendete la pasta e stendetela su un piano infarinato fino a ottenere un disco di 30 cm. Trasferite il disco di pasta in uno stampo da 23 cm. Eliminate la pasta in eccesso. Ripiegate la pasta sui bordi e pizzicatela. Con il panetto di pasta rimasto ricavate un altro disco di 30 cm di diametro. Utilizzando uno stampo a forma di foglia, ricavate tante foglioline.
  2. Mettete il ripieno nel guscio di pasta e ricoprite il tutto con le foglioline ricavate in precedenza. In una ciotolina mischiate il tuorlo con la panna (o il latte), quindi spennellate la superficie della pie e completate con una spolverata di zucchero. Infornate la pie e cuocete per 20 minuti a 220 gradi. Trascorso questo tempo abbassate la temperatura a 160 e proseguite la cottura per un’ora e 10 minuti o finché la superficie non sarà dorata. Fate raffreddare e servite a piacere con gelato alla vaniglia.
2 Comments
POSTED IN: , ,


CHEESECAKE ALLE MORE E FIORI DI MONTAGNA

Questa cheesecake che vi propongo oggi è una vera e propria torta improvvisata. Si una di quelle torte che non avevi programmato, ma che nasce da quello che si ha in casa con l’aggiunta di poco altro e complice un invito a cena potrebbe diventare una vera chicca…

Solitamente in questi momenti si punta su un cavallo di battaglia, qualcosa di stra-testato e collaudato per non fare figuracce, ma io ci metto sempre del mio a complicare le cose e qualche variante l’apporto sempre. Si potrebbe dire che ami il rischio!

In fondo è un po’ strano pensare ad una cheesecake come a un dolce improvvisato dell’ultimo minuto e fino a poco tempo fa non avrei mai detto di poter considerare una cheesecake come una torta “improvvisata”. Non era nemmeno un dolce che amavo, il suo gusto “formaggioso” non mi convinceva granchè e la trovavo un po’ laboriosa da preparare, visto l’impiego della gelatina e il necessario periodo per farla rassodare.

Ma quasi fosse una congiura, mi è stato spesso richiesta dal parterre d’assaggio e fanne una, fanne due, fanne molte ho trovato il giusto equilibrio ed è nato un amore! Prima bilanciando il gusto, rendendola molto più appetibile alle mie papille gustative, mescolando formaggi più delicati del classico philadelfia e velocizzando i passaggi da seguire per il montaggio.

Risultato? E’ diventata uno dei dolci che prediligo preparare e che a quanto pare riesce anche bene, a detta delle mie cavie assaggiatrici, tanto dal diventare pure una torta improvvisata da invito a cena del quasi ultimo momento.

Naturalmente un paio di ore di tempo bisogna comunque metterle in conto perchè si solidifichi per bene, ma tutto sommato non è un dolce così difficile da preparare e soprattutto vi ripagherà con il suo gusto fresco e leggero. Perfetta per un ottimo dopo cena!

Per questa cheesecake avevo dei biscotti frollini che giravano per casa di diverso tipo, un mezzo panetto di burro in frigo e della ricotta fresca  e giusto qualche giorno prima avevo comprato un vasetto di marmellata di more. E’ bastato comprare dal fruttivendolo sotto l’ufficio, in pausa pranzo, delle more fresche, uno yogurt e la panna montata, et voilà ecco pronto un dolce goloso e molto primaverile.

Poteva andare bene così, bastava decorare con un po’ di more fresche e della granella di pistacchio, avanzata dai cupcake arlecchino di qualche tempo fa ed eravamo a posto, il dolce per la cena era pronto.

Poi mi cade l’occhio su un pacchettino di fiori misti per dolci acquistato qualche mese fa in alto Adige. Dopo mesi in cui mi sono chiesta tante volte come impiegarli al meglio, ecco che dal nulla, la voglia di colorare la mia cheesecake, mi fa prendere il pacchettino e spargerci sopra un po’ di fiori.

Il risultato? Strabiliante come la menta e la verbena abbiano esaltato il gusto delle more!

Se vi capitasse di andare in Alto Adige, andate a visitare i Giardini aromatici WIPPTAL KRAUTERGARTEN in Alta Val D’Isarco. In estate organizzano passeggiate guidate sulle erbe selvatiche e visite nei dintorni dove crescono i loro fiori. I loro prodotti sono formidabili e spaziano dai fiori edibili per cucinare agli zuccheri aromatici, passando per  le tisane e gli infusi e prodotti di bellezza. Dalle loro erbe si sprigionano dei profumi fantastici, che mi hanno fatta innamorare!  Prossimamente vi presenterò altri dei loro fantastici prodotti.

Ora vi lascio alle vostre cheesecake improvvisate, io credo che andrò a prepararne un’altra.

A presto!