CESTINI CROCCANTI ALLE FRAGOLE CARAMELLATE CON CREMA DI MANDORLA E PROFUMO DI AGRUMI

Questa ricetta non ha una storia particolare dietro, risponde sicuramente a una voglia di mangiare qualcosina di goloso e di buono e da quella di fotografare le fragole che trovo perfette. Sono così belle nella loro forma e colore, un capolavoro trapuntato di puntini neri che io trovo una meraviglia della natura. E poi..ma quanto sono buone? Ci fanno tornare tutti un po’ bambini vero?

Così da queste ispirazioni fotografiche e culinarie che mi hanno portata a sperimentare con successo persino la preparazione della pasta phyllo home made, ho pensato potesse essere la ricetta ideale per partecipare al contest della rivista Sale&Pepe a cui sono stata gentilmente invitata.
Inutile nascondervi che è la mia rivista preferita e che mi fa sognare sempre con le sue preparazioni golose e le foto sempre a regola d’arte a cui cerco di ispirarmi.

Li potete trovare anche qui…  se vi piacciono me lo mettete un votino e magari li condividete su facebook, twitter e compagnia bella?

Grazie!

A presto.
  





INGREDIENTI:

Pasta Phyllo
400gr di farina Manitoba, 
30gr di olio di oliva, 
1 cucchainio di sale fino, 
240gr di acqua, 
farina di riso,
Ripieno e decorazione
350gr di fragole, 
burro chiarificato, qb
500ml di latte di mandorla, 
4 tuorli, 
200gr di zucchero semolato + 4 cucchiai, 
30gr di farina di riso, 
1 cucchiaio di aroma alla vaniglia, 
Scorza grattugiata di 2 arance, 
1 foglio di gelatina, 
2 lime,
In una ciotola mettere la farina setacciata, il sale e l’olio d’oliva. Far scaldare l’acqua in un pentolino, finché non avrà raggiunto 50°C. Incominciare a impastare aggiungendo a poco a poco l’acqua in modo che l’impasto sia amalgami bene. Formare quattro panettini da circa 130gr di peso ciascuno. Cospargerli di farina di riso e avvolgerli nella pellicola trasparente. Mettere a riposare in frigorifero per almeno un’ora. Quando la pasta sarà pronta stendere un panetto per volta su un piano di lavoro cosparso di farina di riso con il matterello fino a che non si sarà ottenuta una sfoglia sottilissima (mettendo la mano dietro si vedrà in trasparenza). Stendere la prima sfoglia su un cabaret cosparso di farina di riso e coprirla con la pellicola. Proseguire così per le altre sfoglie. Da ogni sfoglia ricavare quattro quadrati, spennellarli tutti da un lato di burro fuso e sovrapporli a due a due. Rivestire delle formine da muffin o dei pirottini di alluminio. Cuocere in forno caldo a 180° per circa 15 minuti, finché i cestini non saranno belli dorati e croccanti. Far raffreddare e sformare delicatamente. 
CREMA PASTICCERA ALLA MANDORLA 
Far scaldare in una casseruola il latte di mandorla con la scorza delle arance e portare a bollore. Nel frattempo mettere in un piatto con acqua fredda il foglio di gelatina. In una ciotola montare i tuorli con 100gr di zucchero fino ad avere una consistenza bella spumosa. sempre continuando a montare aggiungere la farina di riso. Incorporare il latte ormai pronto, a filo (una volta filtrato delle bucce delle arance) mescolando bene. Portare di nuovo sul fuoco aggiungendo la gelatina ben strizzata, per pochi minuti, il tempo che la cremi si addensi un po’, coprire con pellicola trasparente a contatto con la crema e far raffreddare a temperatura ambiente. 
FRAGOLE CARAMELLATE 
Mettere in un pentolino 250gr di fragole tagliate in quattro parti con 100gr di zucchero e far caramellare qualche minuto. Scolarle tenendo da parte l’acqua che si sarà formata e distribuirle uniformemente sul fondo dei cestini di pasta phyllo. Con la stessa procedura caramellare la buccia di due lime grattata usando 4 cucchiai di zucchero e un cucchiaino d’acqua. Scolarlo e lasciarlo da parte. Mettere la crema in un sac-a-poche e riempire i cestini. Tagliate in due o quattro, a seconda della grandezza, le fragole rimaste, e intingerle nell’acqua tenuta da parte. Usarle per decorare la superficie dei cestini insieme al lime caramellato. Prima di servire volendo si possono spolverizzare i cestini di zucchero a velo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *