CHEESECAKE DI PESCHE ALLA PIEMONTESE… alla mia maniera

Ciao a tutti! State preparando le valigie o siete già stesi su una bella spiaggia a prendere il sole? Oppure come me siete ancora in città e ci rimarrete? Quest’estate è un po’ atipica per la sottoscritta, tolta una breve settimana a giugno in quel paradiso della Val Venosta (quanti spunti ho preso per nuove ricette!) la mia estate la passerò tutta in città a studiare. Eh sì mi tocca il rush finale per completare finalmente un percorso faticoso che ho intrappreso negli ultimi anni e magari riuscire a diventare Consulente del Lavoro. Così tra il lavoro e lo studio sento l’assoluto bisogno di distrarmi e quale miglior modo se non cucinare?


Questa ricetta ce l’avevo in mente già da un po’, pensate! A Natale ho ricevuto in regalo “Diario Italiano” il nuovo lavoro di Sigrid de il Cavoletto di Bruxelles  e mi ha subito colpita la sua Cheesecake di pesche alla Piemontese, geniale e originale rivisitazione del classico connubio  pesche- cioccolato- amaretti piemontese. Così visto che era difficile reperire i frutti e magari a dicembre si è più propensi a mangiare dolcini caldi, ho aspettato con pazienza l’occasione di poterla provare. 


Alla fine la ricetta l’ho rivoluzionata completamente ma vi assicuro che è venuta fuori una sig.ra Cheesecake!


Non mi resta che augurarvi buone vacanze a voi che partite e per chi invece resta, è probabile che torni presto a farvi compagnia con nuove ricette!





INGREDIENTI:

50gr di amaretti morbidi di Sassello,
120gr di biscotti al cacao,
120gr di margarina,
6 pesche mature (se sono grosse ne bastano anche 4),
4 cucchiai di zucchero semolato,
3 cucchiai di zucchero a velo,
2 o 3 cucchiai di zucchero di canna,
1 cucchiaio di rum,
18gr di gelatina in fogli,
500gr di yogurt greco,
150ml di panna da montare vegetale,

Frullare gli amaretti con i biscotti al cacao, 90 gr di margarina e un pizzico di cannella a piacere. Foderare la base di una tortiera con cerchio apribile da 24 cm di diametro con carta forno e distribuire sul fondo in modo uniforme il composto di biscotti. Cuocere in forno caldo a 190° per circa 10/12 minuti, sfornare e far raffreddare bene.

Sbucciare e tagliare a tocchetti le pesche e metterle in una casseruola antiaderente (meglio se con il fondo in ceramica) con la margarina rimasta e lo zucchero di canna (la quantità di zucchero va regolata in base alla dolcezza delle pesche). Dopo un paio di minuti aggiungere il rum e sfumare facendole cuocere a fuoco dolce per circa 10 minuti. spegnere e frullare il tutto con un frullatore ad immersione e tenere da parte circa 200ml di polpa. Con la restante sciogliere 12gr di gelatina in fogli già ammollata in acqua fredda e bene strizzata. Far raffreddare a temperatura ambiente.

Lavorare in una ciotola lo yogurt con lo zucchero semolato in modo da attenuarne l’acidità e aggiungere la polpa delle pesche con la gelatina ormai raffreddate e amalgamare bene.

Montare la panna con lo zucchero a velo e incorporarla delicatamente allo yogurt.

Versare la crema così preparata sul fondo di biscotti (conviene posizionarlo già su un vassoio o piatto da portata) all’interno di un cerchio foderato con un foglio di acetato perché la contenga mentre solidifica.
Mettere in frigorifero almeno 2 orette (visto il gran caldo dei giorni scorsi la mia ci ha impiegato qualcosina di più).

Passare al setaccio la polpa tenuta da parte e diluirla con del succo di frutta alla pesca. Scaldare leggermente e sciogliervi la gelatina rimasta (seguire la stessa procedura di prima per prepararla). Far intiepidire e versarla sulla cheesecake. Rimettere in frigorifero per almeno due orette ancora.

Sformare il dolce eliminando delicatamente il foglio di acetato e decorare a piacere.


9 Responses to CHEESECAKE DI PESCHE ALLA PIEMONTESE… alla mia maniera

  1. wow davvero invitantissima questa cheesecake!!

  2. Cri says:

    Beh, intanto in bocca al lupo per lo studio e il raggiungimento del tuo obiettivo, brava!
    La cheese è stupenda, direi che ne è valsa la pena ad aspettare.
    Un bacione,
    Cri

  3. Paola says:

    Quanto ti capisco. Lo scorso anno è stato lo stesso per me: rimasi a casa per preparare la tesi, salvo qualche giorno a Madrid e in Calabria. Ma a dire il vero ho apprezzato tantissimo la mia Napoli ad agosto: niente traffico, le strade tutte per noi e i vari eventi organizzati. Passeggiare sul lungomare non è mai stato così rilassante e delizioso.
    Mi piace tantissimo la tua cheesecake. E' davvero una gran bella idea 🙂

    In bocca al lupo per il tuo rush finale 😉

    • rossolampone says:

      Ho visto Napoli solo una volta ma il lungomare me lo ricordo bene! Splendido! Hai ragione ad agosto possiamo riprenderci in mano le nostre città e godercele alternando gli impegni. Torino si sta svuotando e mi sa che nelle prossime settimane finalmente potrò godermela un po' di più tra una pagina e l'altra 😉

  4. Sonia says:

    bellissima ricetta da te eseguita in modo perfetto! buono studio allora e buona estate ,ciauuuu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *